Due libri a settimana: n.1

251

Benvenuti nella nostra nuova rubrica con la quale vi terremo compagnia per alcune settimane, con la nostra rassegna di libri: appunto due a settimana. In questo primo appuntamento vogliamo segnalarvi due titoli che non possono assolutamente mancare nella vostra biblioteca.

di Redazione

il_segreto_delle_ereIl segreto delle ere
Piero M. Ragone
Macro Edizioni, 2013
Pagg. 240
Euro 14,50

Piero M. Ragone era già stato ospite delle nostre recensioni con l’arguto testo Custodi dell’immortalità nel 2011 e torna meritatamente a sconvolgerci con il suo nuovo Il segreto delle ere pubblicato da Macro Edizioni. Vorremmo iniziare subito col dire che questo libro è quanto di più differente si possa immaginare leggendo il titolo e dandogli una rapida sfogliata. Ragone è intelligente nelle sue analisi forte della sua laurea in filosofia e della sua esperienza in campo storico-scientifico. Già col precedente volume ha aperto gli occhi di molti verso una nuova lettura del cielo, col suo nuovo lavoro continua espressamente per questa strada tentando una decodificazione della volta stellata in profonda relazione con la storia e lo sviluppo dell’umanità. L’intelligenza di questo testo sta nella ricerca sapiente del significato degli eventi umani e di quelli religiosi entrambi scanditi dalla venuta di un messia, o salvatore al passaggio tra un’era zodiacale e l’altra. Perché tutto questo e quale senso ha per il nostro mondo attuale? A queste e ad altre domande (impossibile non porsele durante la lettura), risponderebbero le stelle nelle quali sarebbe criptato da sempre un progetto divino. Come? Vi invitiamo ovviamente a leggere questo saggio, unico nel suo genere, ma anche molto, molto attuale. Il segreto delle ere è, in fondo, la dimostrazione che la lettura delle stelle, dei loro toponimi, della loro posizione, delle costellazioni e della mitologia che le sottende, delle loro riproduzioni in pietra erette sulla terra è molto complessa e che mai va confusa con la semplice astrologia. Indipendentemente da ciò che credete e crederete dopo averlo letto, diversi messia hanno camminato sulla terra predicando e conducendo la lotta tra il bene e il male, tra la luce e l’oscurità. In tempi oscuri e oscurantisti come il nostro, la luce di un libro può davvero molto.

venezia_criminale Venezia criminale
Davide Busato
Helvetia Editrice, 2013
Pagg. 240
Euro 15,00

Il secondo titolo che vi consigliamo questa settimana è anch’esso di un autore che merita grande attenzione. Venezia criminale di Davide Busato segue un altro libro che i nostri lettori conoscono bene, ovvero I serial killer della Serenissima, col quale Busato aveva già affascinato, ma anche un po’ spaventato, coloro che si erano cimentati nella lettura del volume. Come nel precedente, anche in Venezia criminale, Busato, che tra l’altro è uno storico di prim’ordine, mescola sapientemente fiction e storia per riprodurre nella realtà veri e propri stralci di processi e deposizioni di testimoni che nel ‘700 vissero una Venezia diversa da quella che il turista immagina.
Tra calle, ponti e chiese erette alla memoria di Dio e dei santi, si aggiravano farabutti e stupratori, ladri incalliti e assassini feroci. Davide Busato li conosce bene grazie alle indagini d’archivio, li ha studiati e adesso li muove per ognuno di noi sulla scena del crimine. A tutto questo aggiunge un pizzico di suspense ed una narrazione incalzante accurata e mai fuorviante. Se siete avvezzi ai gialli potreste anche scoprire chi è l’assassino prima ancora che Busato ve lo indichi, ma non ne siate così certi. Se poi vi interessa la criminologia, l’autore ve ne da un’infarinatura senza mai annoiare e scegliendo i giusti punti in cui illustrarvene le tecniche. Vi consigliamo, inoltre, di tenerlo in valigia qualora decideste di partire per i canali di questa città festosa ma anche scenicamente lugubre perche potreste incontrare Davide Busato che sarà sempre lieto di mostrarvi i luoghi del delitto.
Insomma, Venezia criminale è un ottimo modo per visitare la Serenissima sia che ci siate già stati, sia che non l’abbiate mai vista prima; imparerete che non è ciò che avete sempre immaginato. Buon brivido e attenzione: è tutto vero.