Editoriale n.15 – Febbraio 2009

151

di Alessandro Moriccioni

Terra Incognita entra nel suo terzo anno di vita e lo fa in grande stile.
A dicembre è stata avviata una collaborazione con la nuova eccellente rivista di Adriano Forgione, Fenix, che insieme con X-Times segna il ritorno di un grande gruppo redazionale espropriato, come tutti ormai sanno, della conduzione di Hera che è, e resta, una creazione dei nostri amici. Dunque Terra Incognita coadiuverà Fenix e sarà coadiuvata da Fenix, con lo scopo di organizzare eventi, realizzare articoli e convegni e perché no? Puntate del vostro format preferito… Terra Incognita – Gli Enigmi della Storia che da quest’anno parte con la prima puntata La Civiltà Ipogea, realizzata con il dottor Alessandro Marcon, amico da tempo immemore della nostra redazione.
Ma le novità non finiscono di certo qui. Siamo lieti di annunciare la pubblicazione, tra i nostri libri on line in formato pdf, di due testi fondamentali per chiunque si interessi di lingue antiche, in particolare dell’etrusco.
Volete sapere da dove derivano le lingue attuali e quelle parlate nell’antichità nella nostra penisola? Vi incuriosisce il mistero della vera origine degli antichi Etruschi?
Bene, il professor Angelo di Mario, emerito glottologo, mette a vostra disposizione due delle sue pubblicazioni più importanti, Lingua Etrusca – La Ricerca dei Tirreni Attraverso la Lingua e Iscrizioni Tirsene e Velsinie (etrusche) a Confronto, due testi che ci teniamo particolarmente a presentare e che sono disponibili in moltissime biblioteche universitarie e museali. Quindi non si tratta di interpretazioni superficiali ma di studi trentennali seri. Il professor Di Mario ha fatto un vero e proprio regalo a tutti i lettori di Terra Incognita Magazine, un onore che si ripeterà con la raccolta di tutti i suoi interventi sul nostro forum che saranno trasformati in lezioni ed approfondimenti, disponibili a tutti i visitatori del nostro sito. La complessità dei testi di Di Mario e la validità del metodo messo a punto da questo grandissimo autore contemporaneo, dimostrano quanto in campo accademico la questione della lingua etrusca non sia presa nella dovuta considerazione. Scaricateli perché è sapere gratuito e validissimo.
Per restare sempre in tema di etruschi vogliamo dare il benvenuto anche ad una nuova amica, si tratta della dottoressa Ebe Giovannini regista di documentari archeologici di grande spessore e magnificamente realizzati, vi consigliamo infatti il DVD Astri e Megaliti dell’Antica Etruria allegato all’interessantissimo volume di Giovanni Feo, Giganti Etruschi, incentrato sulla scoperta dell’osservatorio astronomico megalitico di Poggio Rota a Pitigliano vicino Grosseto. Ebe ci ha gentilmente coinvolti nelle sue numerose attività e noi cercheremo di fare altrettanto, accogliendo una vera professionista pluripremiata del film archeologico, della quale leggerete presto una bellissima intervista.
Approda, poi, sulle pagine del nostro magazine l’universologo Vasile Droj che ci racconta della sua scoperta più importante: gli Universaloidi, formazioni elettromagnetiche evolutive simili ai cerchi nel grano descritte nel volume Universaloidi. Droj ci ha concesso di pubblicare alcuni suoi articoli tra cui la vera storia della scoperta delle porte di pietra nei condotti, detti di aerazione, presenti nella Grande Piramide a Giza, in Egitto. Condotti che, ve lo assicuriamo, sconvolgono per le ridottissime dimensioni. Inoltre, lo studioso ci ha rilasciato due diverse interviste su questi argomenti che leggerete presto sul nostro magazine.
Altro grande ed apprezzatissimo ritorno è quello dell’amico Giorgio Baietti che in una lunga intervista presenta il suo nuovo libro, stavolta un romanzo, sulle vicende di Rennes-Le-Chateau e sulla strana eredità lasciata dal parroco Sauniere al piccolo, ma misteriosissimo, paesino pirenaico. La Piemme ha permesso alla nostra redazione la lettura anticipata del volume I Guardiani del Tempo del dottor Baietti, appunto, prima che fosse lanciato sul mercato e, ringraziando sentitamente il suo ufficio stampa, vi invitiamo ad acquistare questo piccolo gioiello della narrativa contemporanea. Soprattutto perché non tutto ciò che Baietti ha narrato è finzione, anzi. Si tratta dell’ennesima dimostrazione che Rennes ha ancora molto da rivelare sul suo mistero, soprattutto alla luce delle nuove scoperte archeologiche di cui potrete leggere in anteprima assoluta sul n.2 di Fenix che potrete richiedere direttamente ad X-Publishing Editore (xpublishing@gmail.com).
Per concludere la sequela ecco a voi la chicca.
A nome di Fenix, Mystero (che aveva pubblicato per primo la nostra intervista) e Terra Incognita, abbiamo incontrato a Roma l’amico spagnolo Eric Frattini autore del vendutissimo incredibile saggio L’Entità che ci ha onorato dell’unica intervista concessa nel suo soggiorno italiano tra Roma e Venezia.
Insomma, che altro dire?
Chi leggerà vedrà!