Recensioni – n.11

271

Le recensioni di Terra Incognita, a cura della redazione

Volume 11

teslaNikola Tesla
Le mie Invenzioni
Piano B, 120 pag.

Questo piccolo libro raccoglie l’autobiografia di un grande scienziato, pubblicata a puntate nel 1919. Leggendo questo volume ci si immerge nella mente di un uomo fuori dal comune che, in prima persona, ci informa delle sue ricerche rivoluzionarie e delle sue non comuni esperienze giovanili. Le sue invenzioni sono descritte in modo da essere comprensibili a tutti e da veicolare un concetto rivoluzionario a quei tempi: la comunicazione senza fili è il futuro. Una visione profetica, poiché è il nostro presente. Tesla conferma, se mai ce ne fosse stato bisogno, di aver letteralmente inventato il nostro tempo e ci illumina sulla reale incidenza delle sue intuizioni. Dopo aver letto questo testo, la vostra visone della scienza non sarà più la stessa. Assolutamente consigliato per sfatare molti miti cresciuti attorno al genio e per scoprire alcune ricerche oltre i confini realmente avvenute di cui, invece, non si parla mai.

randazzoAngela Militi
Randazzo Segreta
Tipheret, 232 pag.

Ai piedi dell’Etna, il mitico vulcano dove Efesto, il dio del fuoco, forgiava le sue armi, un piccolo borgo conserva ricordi e segreti antichi. Randazzo è un ricettacolo esoterico dove culti persi nel tempo s’intrecciano a credenze medievali dalla sacralità austera. L’Italia è ricca di luoghi simbolici ove lo sguardo incontra i segni del tempo incisi nella pietra. Tuttavia questo vero e proprio gioiello della splendida terra di Sicilia, restituisce luoghi parlanti, che, se ascoltati, narrano di astronomia, geometria,  matematica e magia. Angela Militi, nata proprio a Randazzo nel 1976, dimostra di conoscere alla perfezione ogni sua sfumatura e ne dà una puntualissima analisi in questo suo intelligentissimo saggio. Una donna giovane, ma molto arguta, che coglie con un linguaggio fresco aspetti già rimarcati da altri autori in altri luoghi, confermando ad esempio molte delle osservazioni archeoastronomiche compiute in tutta Italia negli ultimi decenni. Anche se non metterete mai piede a Randazzo, leggere questo volume sarà una palestra per allenare la vostra mente e i vostri occhi, alla visione corretta dei simboli e dei messaggi di pietra posti nei luoghi che incontrerete lungo il vostro cammino.

cannibalismoEwald Volhard
Il Cannibalismo
Res Gestae, 600 pag.

Quello che qui vi proponiamo è un piccolo gioiello dell’antropologia. Scritto nel 1939, propone una visione del fenomeno dell’antropofagia nel mondo, molto aderente all’epoca in cui fu scritto. Come Il Ramo d’Oro di J.G. Frazer, costituisce un punto fermo degli studi sociali umani, anche se ricco di quei pregiudizi colonialistici tipici dei ricercatori e degli antropologi della prima metà del XX secolo. Detto questo, si tratta di un testo completo sul rito cannibalico presente in più popoli indigeni di quanto si possa immaginare e con numerose varianti. Varianti che, tuttavia, accomunano enormemente i popoli di cui parla l’autore. Si tratta di un saggio lungo e di non semplice lettura. Questa edizione, infatti, ripropone quella italiana data alle stampe nel 1950, ma renderlo con un linguaggio moderno avrebbe snaturato l’anima di manuale che va letto tenendo conto dell’epoca in cui fu redatto. Assolutamente indispensabile a chiunque si interessi di antropologia, rituali magici e civiltà indigene.

conan doyleAndrew Lycett
Conan Doyle
Excelsior 1881, 384 pag.

Chi era Arthur Conan Doyle, l’uomo che inventò Sherlock Holmes? Chi ama leggere, generalmente sa tutto del suo famoso investigatore privato, ma nulla, o quasi, dell’illustre autore scozzese. Nato da una famiglia irlandese, stabilitasi in Scozia, visse un notevole fermento intellettuale, circondato dagli artisti e dagli scrittori che frequentarono la sua casa. La sua esistenza, ricca di contraddizioni, è un crescendo di interessi. Il suo amore per tutto ciò che celasse un mistero inspiegabile sembra in aperto contrasto con la sua razionale visione di medico. Un affresco completo e dettagliato restituito da Andrew Lycett, capace biografo di molte alte personalità inglesi. Un tuffo nella mente di uno degli scrittori più noti del XIX secolo, ma anche in una società che si apriva all’esoterismo ed allo spiritismo con l’avvento della Società Teosofica. Una biografia eccellente che risponde a numerose domande.

orlandiRoberta Hidalgo
L’Affaire Emanuela Orlandi
Edizioni Libreria Croce, 176 pag.

Vi interessa sapere che fine ha fatto Emanuela Orlandi? Come reagireste se scopriste che è viva e che passeggia tranquillamente per le strade di Roma? E’ quello che ha scoperto la fotografa Roberta Hidalgo dopo mesi e mesi di appostamenti, intercettazioni, comparazioni fotografiche, ricerche antropometriche e analisi del DNA. Roberta Hidalgo è assurta alle cronache per aver fotografato Giovanni Paolo II in costume da bagno, un’immagine che ha fatto il giro del mondo di cui abbiamo avuto modo di osservare l’originale durante un’intervista. Questo piccolo libro è illuminante, una vera bomba ad orologeria. Non si tratta di convincersi, si tratta di vedere coi propri occhi. Diversi autori ed esperti di intelligence non hanno dubbi nel definire la ricerca della Hidalgo, il capitolo conclusivo della vicenda Orlandi.

resurrezioneAldo Cirri
L’Enigma della Resurrezione
Aerostella Edizioni, 324 pag.

Cristo è morto sulla croce da diversi anni. Anzi, no è ancora vivo. E’ questo che Dario e Demetrio, due studenti della scuola di medicina di Pergamo, scoprono nel 74 d.C. Per questo motivo, al fine di tramandare la verità, uno di loro redige uno scritto sconcertante.  Ma la verità giunge troppo lontano, nel 1742. Il Papa, Benedetto XIV, viene informato della scoperta delle pergamene con la storia del Cristo mai raccontata e tutte le certezze in una fede millenaria crollano. Cosa fare? Sarà interessante per il lettore scoprirlo, attraversando il tempo e le vicende raccontate in questo intelligentissimo romanzo. Già apprezzato autore teatrale, Aldo Cirri, ha vinto diversi premi letterari, compiendo con questo testo un vero e proprio salto qualitativo. Accattivante, sorprendente, assolutamente verosimile e coinvolgente; questo libro ha tutte le qualità per essere definito un piccolo capolavoro. Non riuscirete a staccarvi dalle sue pagine.