“In armonia”, il libro di Emiliano Toso: quando le cellule vibrano a ritmo di musica

E' uscito il 21 Marzo il volume edito da Mondadori, disponibile nelle librerie e negli store digitali

859

di Francesco M° Paniccia

Il libro “In Armonia” del musicista e biologo Emiliano Toso, edito da Mondadori, in vendita in tutte le librerie e negli “store online” a partire dal 21 marzo, è un testo prezioso, specie in questi tempi così difficili e, per certi versi, confusi.  In esso scienza e arte, biologia e musica si fondono naturalmente e gli aspetti artistici e quelli scientifici camminano a braccetto come raramente accade nelle pubblicazioni di “cosiddetto” settore. Da musicista che si interessa di musicoterapia e di interazioni tra l’arte dei suoni e il cervello, tra le componenti fisiche ed emozionali del suono e quelle chimiche, biologiche e spirituali che compongono l’essere umano, non posso che plaudire ad una simile iniziativa editoriale.     

“In Armonia” è un testo che tutti i musicisti dovrebbero leggere, per rendersi conto di quanta responsabilità gravi sul loro lavoro e di quanto questo, al di là dell’evidente risvolto emozionale, sia collegato al benessere e la salute. Dovrebbero leggerlo gli uomini di scienza per “elevare” e “umanizzare” il proprio modo di operare tra esperimenti, formule e protocolli rigorosi. Dovrebbero leggerlo gli operatori olistici, quanti ricerchino la verità e quanti vogliano, anche solo per curiosità, fare una passeggiata in un territorio affascinante e poco esplorato. Scopriranno di come la verità non risieda nei dettagli minuti, ma nell’insieme delle interazioni e delle componenti che abbracciano la vita nel suo insieme e quanto, dagli antichi sciamani e “uomini medicina”, passando per i greci, le grandi religioni, la musicoterapia, e i più recenti studi sulle cellule del professor Ventura, il passo sia breve.

Con la sapienza dello scienziato, la sensibilità dell’artista e il carisma del divulgatore, Toso ci conduce in un affascinante viaggio nel mondo delle cellule, dell’epigenetica, del dna, cui è dedicata un’ampia sezione del libro, danzando poi tra gli atomi e la filosofia, le frequenze e la storia, le meditazioni illustrate e le emozionanti esperienze di vita del suo autore: uno scienziato “in carriera” scelto dalla musica per operare in piena sinergia con l’altro volto della medaglia, quello scientifico, un volto troppo spesso discosto rispetto ai linguaggi dell’arte, delle emozioni e della spiritualità. Un capitolo molto interessante del libro è dedicato, naturalmente, agli aspetti salienti della musica, a partire dalle nozioni di fisica acustica, fino al tema, per molti controverso, dell’accordatura a 432 hz. Di quest’ultima questione Toso affronta in modo sintetico e chiaro le ragioni storiche, spirituali e scientifico-matematiche, portandoci infine la sua testimonianza diretta.  Ideatore, infatti, del progetto “Translational Music”, egli esegue ed incide le proprie composizioni, infondendo loro intenzioni e finalità specifiche, su di un pianoforte a coda Steinway accordato proprio a 432 hertz. Con “Translational Music” Toso ha “animato” molti luoghi, dai teatri agli ospedali e i centri benessere, dai parchi naturali alle cliniche e le palestre, dai centri olistici alle sale operatorie (solo per citarne alcuni), riscontrando gli straordinari effetti prodotti dalla sua musica sulla salute. Proprio nell’ultima parte del libro sono raccolte le significative testimonianze di medici, operatori sanitari e olistici, professionisti e persone comuni sui benefici apportati da “Translational Music” al loro lavoro, salute e vita personale. “In Armonia” è un libro avvincente che affronta temi complessi con semplicità, parlandoci di “scienza con arte” e di “arte con scienza”. Per molti aspetti è il libro che ci mancava: quello che dà la “quadra” a un importante cerchio. E ora che ci è stato dato abbiamo il dovere di leggerlo, meditarlo, diffonderlo e donarlo agli altri.